ANALISI CONFEDERATION CUP:
© S-cup.it

 

Le 18 compagini finalmente conoscono il loro destino.

La divisione Champions ed Europa League è stata effettuata, ed oggi martedì 18 Luglio, le 16 squadre rimaste in gioco si daranno battaglia nei rispettivi tabelloni.

Salutano la competizione Italia e Uruguay, eliminate come peggiori ultime del torneo, e quindi fuori dai giochi.

CHAMPIONS LEAGUE:

Il lato Champions del torneo si apre con una sfida che può essere definita una finale anticipata: SCOZIA-OLANDA.

Dominato il girone dalla Scozia che arriva ai quarti con i favori dei pronostici, Champions invece presa per i capelli dall'Olanda di Rosiello, che nelle ultime giornate ha trovato assetto e continuità.

SVEZIA-FRANCIA è un'altra gara da seguire con grande importanza, con la Francia che esprime il calcio forse più compatto della Kermesse, contro gli scandinavi autori di grandi prestazioni, non ultima la vittoria contro l'Argentina.

Proprio l'Albiceleste è protagonista del terzo match in programma, ARGENTINA-MALTA.

Sudamericani favoriti sulla carta, ma occhio agli isolani di capitan Barbato, capaci di sovvertire il pronostico in più di un occasione.

Chiude il tabellone BELGIO-ISLANDA, con il Belgio che esce con le ossa rotte dall'ultimo Match contro l'Olanda ma mantiene la prima posizione, mentre l'Islanda che fin qui ha sbalordito cercherà di tenere fede alle precedenti prestazioni.

EUROPA LEAGUE:

L'altra parte della competizione si apre con una sfida già andata in scena nella scorsa super cup, SPAGNA-CILE, due squadre che hanno avuto un cammino frastagliato, nel torneo, ma che chiamate ora alla resa dei conti, non vorranno fallire per nessun motivo.

Si continua con SLOVACCHIA-SAN MARINO, le troppe assenze e i continui cambi di formazione non hanno giovato i connazionali di Hamsik, che però ora si dicono determinati ad arrivare in fondo.

Primo ostacolo il San Marino guidato dal funambolico Massanova, che sicuramente scenderà in campo per vendere cara la pelle.

MADAGASCAR-PERÙ, è forse quella più incerta sulla carta, con il Madagascar squadra che può vincere in scioltezza ma può anche subire incredibili sconfitte, ed il Perù che ancora stenta a trovare la quadratura del cerchio.

Chiude il tabellone la sfida tra GUATEMALA e CROAZIA, arrivate fin qui con molti alti e bassi, ma vogliose ora di far conoscere la loro vera natura, proveranno a vincere entrambe dai primi minuti di gioco.

Archiviato anche il capitolo premi individuali che hanno visto trionfare:

ANDREA DELANDRO come MIGLIOR PORTIERE, con la sua Croazia.

LUCA ROSIELLO che vive una seconda vita passata a difendere la porta e si laurea MIGLIOR DIFENSORE.

Il sempre verde ANDREA ESPOSITO bissa il premio individuale in Soccer e si prende la statuetta di MIGLIOR CENTROCAMPISTA.

Doppietta nelle classifiche dei migliori attaccanti e dei capocannonieri che vedono ANTONIO GIORDANO E AGOSTINO CAPUOZZO con 15 reti incoronati Re dei Bomber.

Mentre come miglior attaccante troviamo ancora una volta Giordano ma questa volta in compagnia di ACHILLE ISERNIA.