ANALISI SECONDA GIORNATA CONFEDERATION CUP
© S-cup.it

Primi 100 minuti di gioco andati via, e già si erge su tutte una sola squadra a punteggio pieno: L'Australia di Iazzetta&co, seguita a due lunghezze dal Camerun.

MESSICO-PORTOGALLO:

Prima gioia torneista per il Messico di capitan Vignola.

Nonostante l'ampia differenza di età i centroamericani si impongono per 4 reti a 3 sul Portogallo di Falvo, ancora in cerca della migliore quadratura.

Messicani che spinti da Angelino, autore del poker decisivo, la spuntano in un Match tanto equilibrato quanto insidioso.

Rossi e Cavallo le provano tutte per arrivare almeno ad un pareggio, ma i gol arrivati non sono bastati per poter affiggere il segno X sul tabellone.

Da morale la vittoria al Messico che ora proverà ad ingranare la marcia.

Un altro stop per il Portogallo che deve sicuramente rivedere qualcosa in difesa.

CILE-CAMERUN:

Un bel pareggio degno di una bella partita quale questo match è stato.

Due formazioni che si conoscono benissimo, ognuna disposta a non lasciare punti per strada.

Parte fortissimo il Cile, che contro ogni pronostico passa in vantaggio e mette in difficolta i leoni d'Africa.

Altamura e Sessa siglano le due reti che portano i Cileni avanti.

Nella seconda frazione però capitan Smimmo smuove gli animi dei suoi, ed infatti Pesce accorcia lo svantaggio.

In zona Cesarini è Perfetto a trovare la rete che vale il pareggio.

Partita maschia ma corretta, che quindi finisce in parità, il risultato forse più giusto per l'andamento del match intero.

AUSTRALIA-NUOVA ZELANDA:

Derby oceanico dai due volti quest'oggi.

Un tempo a testa, ma vittoria che va all'Australia.

Primo tempo perfetto degli All Blacks di De Gregorio, che giocano a memoria e trovano addirittura il 2 a 0.

L'estremo difensore australiano Errichiello, si contraddistingue per alcune parate magistrali che permettono ai suoi di stare a galla.

Ritorno al gol per Bomber Lamagna e grande prestazione di Petricelli e Mellone.

Pronti via e l'Australia ad inizio secondo tempo trova il pari.

Errichiello striglia i suoi, che iniziano a giocare come sanno, ed il trend del match si inverte.

Quando la gara sembra destinata al pari, i Kangoors trovano il gol del 3-2 bissando il successo della prima giornata arrivato sempre in extremis.

Australia che si prende con fatica la testa della classifica, e Nuova Zelanda che ha bisogno di ripartire proprio dai primi 25 di gioco.